FEDERAZIONE LAVORATORI POSTE FOGGIA
 
pulsante RSS
 Area informativa
  Home Page
  Chi Siamo
  Leggi le News
  il Contratto
  Modulistica
  i Servizi
 Iscriviti alla CISL
Tessera Cisl 2011
 Codice Etico
 Convenzioni Nazionali

Noi Cisl

 Ricerca

in questo sito
su Google
 
 
 
  ricerca avanzata
 Risorse
  Convenzioni
  Curiosità
  Filatelia
  Padre Pio
  Newsletter

Leggi la Notizia
Commenta la Notizia Invia a un Amico Stampa la Notizia
Visualizza tutte le News
CEDOLINO SETTEMBRE 2018 - venerdì 5 ottobre 2018
A seguito delle numerose richieste di delucidazioni vi comunichiamo che sulla quota del premio percepita a
settembre 2018, nel rispetto della normativa, trattandosi di un acconto pagato con riserva(raggiungimento
degli obiettivi prefissati nell’anno 2018) è stata applicata la tassazione ordinaria, pertanto l’Azienda
procederà al relativo conguaglio applicando la tassazione al 10% con lo stipendio di Giugno 2019. Mentre
per la tassazione ai fini IRPEF ricordiamo che attualmente le aliquote da applicare sono le seguenti:
I scaglione - Reddito tra 0 e 15.000 euro
Il primo degli scaglioni IRPEF coinvolge i contribuenti con un reddito compreso tra 0 euro e 15.000 euro. In
questo caso l’aliquota IRPEF è del 23%. Facendo un rapido calcolo, nella prima fascia sono ricompresi tutti
i lavoratori che percepiscono un reddito non superiore a 1.250 euro.
II scaglione - Reddito tra 15.001 e 28.000 euro
Il secondo scaglione IRPEF è quello che comprende i redditi tra da 15.001 euro a 28.000 euro. L’aliquota
riservata a questa fascia è del 27%. Sono rappresentati da tale categoria le persone con reddito mensile non
superiore a 2.335 euro.È importante evidenziare che a partire dal secondo scaglione in poi (quindi in caso di
reddito maggiore rispetto a quello con aliquota base), si applica l’aliquota successiva solo per la parte
eccedente di reddito.
III scaglione - Reddito tra 28.001 e 55.000 euro
Il terzo scaglione di reddito è quello compreso tra 28.001 euro e 55.000 euro, per contribuenti con un reddito
massimo di 4.583 euro. L’aliquota IRPEF è fissata al 38% sulla soglia eccedente la seconda (ossia si applilo
per la quota di reddito che supera i 28mila euro, ai quali si applica l’aliquota precedente del 27%).
IV scaglione - Reddito tra 55.001 e 75.000 euro
Il quarto scaglione IRPEF coinvolge tutti i contribuenti da 55.001 euro a 75.000 euro, che presentano un
reddito mensile non superiore a 6.250 euro. Per questi contribuenti, l’aliquota IRPEF sulla quota eccedente il
precedente scaglione è del 41%
V scaglione - Reddito sopra i 75.000 euro
Oltre i 75.000 euro di reddito, ovvero per il quinto ed ultimo scaglione di reddito, l’aliquota IRPEF è pari al
43%. I contribuenti facoltosi, che percepiscono un reddito annuo eccedente i 75 mila euro, ovvero oltre
6.250 euro mensili dovranno corrispondere 25.420 euro più il 43% sul reddito eccedente.
Irpef: procedura per il calcolo delle imposte sui redditi 2018

Per il calcolo dello stipendio netto dal lordo è necessario seguire la procedura per il calcolo Irpef
sui redditi 2018 di seguito analizzata:
determinare il reddito mensile, facendo concorrere alla sua formazione:
o lo stipendio del periodo considerato, al netto dei contributi INPS a carico del lavoratore;
o le indennità di trasferta (le relative diarie sono imponibili per la parte che eccede determinati
importi giornalieri;
o la parte imponibile delle indennità e degli assegni vari (esclusi quelli per il nucleo familiare);
sottrarre dal reddito mensile così ottenuto gli oneri deducibili ottenendo così l’imponibile fiscale;
applicare all’imponibile fiscale così ottenuto le aliquote IRPEF previste dalla normativa vigente a
seconda dello scaglione di reddito in cui ci si viene a trovare, ottenendo così l’imposta lorda;
sottrarre, infine, le detrazioni fiscali IRPEF previste dal Tuir per tenere conto dell’effettiva
capacità contributiva del lavoratore (ad esempio le detrazioni per carichi di famiglia e/o le detrazioni
fiscali per spese sanitarie).
Ricordiamo inoltre che alle aliquote e agli scaglioni IRPEF, vanno sommate come di consueto le
addizionali comunali e regionali da versare agli enti locali, in base alla residenza. Ogni Regione delibera
l’imposta entro il tetto massimo di 3,3% mentre il Comune entro lo 0,8%, tranne casi particolari.

Documenti allegati:
tassazione IRPEF e premio di risultato facciamo chiarezza

 Newsletter Nazionale

 Il territorio
 Links
  informazione sindacale
  interesse generale
  riferimento legislativo
  agenzie di stampa
  tasse e fisco
  Volontariato
 Riferimento Legislativo
  anticipazione del tfr
  lo statuto dei lavoratori
  Legge 626
  Diritto di sciopero
  Decreto Bersani
  Pacchetto Treu
  Legge Biagi
  Tutela sulla Maternità
  Pari Opportunità

 

Copyright © 2006/2010 - SLP CISL Foggia - Via Trento, 42 - 71100 Foggia - Powered by Enzo Pipoli

vai al sito ANOLF    banner banner     La Cisl per la pace